L'istituto oggi

Servizi alla persona

L’Istituto Medico Psico – Pedagogico “Opera Pia Bergalucci” con sede in Offida (AP) fu costituito a seguito di testamento del 13.09.1862 del canonico Don Giovanni Bergalucci rogito Sergiacomi con cui il testatore lasciava il suo patrimonio per l’istituzione dell’Opera Pia, con il compito di svolgere le proprie attività nel settore socio sanitario assistenziale adeguando ed ampliando le finalità in ragione dei bisogni socio assistenziali del territorio di competenza e degli utenti che ad esso si rivolgono.

In seno all’Opera Pia Bergalucci sono state realizzate recentemente le seguenti tipologie di strutture sanitarie e socio sanitarie:

  • Residenza Sanitaria Assistenziale (R.S.A.) per disabili psico – fisici (L.R. n. 20/2000)
  • Residenza Protetta per disabili (L.R. n. 20/2002)
  • Residenza Protetta per Anziani (L.R. n. 20/2002)
  • Casa di Riposo per Anziani (L.R. n. 20/2002)

L'ORGANICO

L’Istituto è regolato dai seguenti organi di amministrazione:

  • Presidente
  • Consiglio di Amministrazione
  • Direttore Sanitario
  • Segretario amministrativo

SALUTO DEL PRESIDENTE IN OCCASIONE DEL RICORDO DEI 150 ANNI DALLA MORTE DEL FONDATORE (24 ottobre 2010)

Un benvenuto a Sua Eccellenza Mons. Silvano Montevecchi, Vescovo Diocesano, Nostro amato Pastore, un benvenuto a tutte le Autorità Civili, Militari, Religiose, ai familiari degli ospiti, agli ospiti dell’istituto e a voi tutti intervenuti a questa festa ricordo e in modo particolare al corpo bandistico di Offida. A riunirci qui, questo pomeriggio, è la figura del Sacerdote Giovanni Bergalucci, un Sacerdote a servizio dei deboli e del territorio. Nato a Offida il 07 ottobre 1791 ( 219 anni fa ) morto il 27 novembre 1862 (148 anni fa) lasciava in eredità il suo cospicuo patrimonio per la realizzazione di una opera pia, cito le parole del testamento “perché i vecchi siano lontano dall’ozio, dall’accattonaggio, esercitandosi in piccoli lavori, attendendo alla salvezza della propria anima e gli orfani perché possano fuggire i pericoli della gioventù, avere una buona educazione, ed imparare quelle arti che gli daranno vitto per tutta la vita”. La realizzazione di tale volontà non si rivelò facile per le tante difficoltà economiche e politiche. Don Giovanni, nel suo testamento, quasi prevedendo le difficoltà nella realizzazione delle sue volontà dettò chiare regole per il futuro. Chiama come amministratori dei suoi beni i tre parroci pro tempore di Offida e due laici nominati dal Comune. Alla morte della nipote usufruttuaria Rosa Buscalferri, in data 18 dicembre 1913, Re Vittorio Emanuele con Decreto riconosce l’Ente morale e ne approva lo statuto. Solo nel 1937 l’Istituto diventerà operativo svolgendo attività di sostegno agli orfani e agli anziani, collegio e scuola di ricamo sotto la Direzione delle Suore Mantellate Serve di Maria. Negli anni settanta per opera dell’allora presidente Don Vincenzo Rozzi, parroco della Collegiata, e del consiglio di Amministrazione, l’Opera Pia Bergalucci “da Orfanotrofio e casa per Colonia Estiva“, viene trasformata in Istituto Medico Psico - Pedagogico. Dagli anni ottanta, dopo essersi succeduti vari Presidenti e Consiglieri si giunge agli anni duemila con la Presidenza di Don Giuseppe Damiani, Parroco della Collegiata di Offida. Il Presidente Damiani con i consiglieri di allora iniziano i lavori per il processo di Ristrutturazione e di Ammodernamento. I lavori sono continuati interrottamente in questi dieci anni e hanno permesso la realizzazione di venti posti letto per disabili psico-fisici RESIDENZA SANITARIA ASSISTENZIALE (R. S. A.); Sedici posti letto (due letto sollievo) per REDIDENZA PROTETTA PER DISABILI; Quattro posti letto per RESIDENZA PROTETTA PER ANZIANI e Quattro posti letto per CASA DI RIPOSO PER ANZIANI. Gli ospiti attuali della struttura sono Quarantacinque. La struttura è servita da: Cinque infermiere Professionali; Dieci operatrici socio sanitarie; Nove operatrici tecniche addette all’esistenza; Una educatrice professionale; Una psicologa; Un’animatrice ; Quattro addette alla pulizia e gestione guardaroba e Due cuoche. L’Istituto opera in convenzione con le Zone Territoriali di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Fermo, Macerata e Civitanova Marche e con i Comuni di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto, Macerata, Campofilone, Force, Montegranaro, Monte San Giusto e Ponzano di Fermo e può vantare la presenza dei referenti medici del Dipartimento di Salute Mentale di Ascoli Piceno, in particolare nelle figure dei Dott. Alberto Testa e Dott. ... Arturo, dell’Unità Multidisciplinare dell’Età Adulta della Zona Territoriale di Ascoli Piceno nella figura del Dott. Vinicio Alessandroni e dei suoi collaboratori. Nei primi mesi del Duemilasei, sotto la Presidenza del Sacerdote Domenico Poli, parroco della Collegiata e dei Consiglieri Mons. Luciano Carducci, Don Ivo Bonfini, Dott. Luigino Nespeca e Sig. Adelmo Pallotti si è passato da Istituto di Assistenza e Beneficenza ( I. P. A. B. ) a Fondazione di Diritto Privato. Il Nuovo statuto dà ora la possibilità al Vescovo Diocesano di Ascoli Piceno di nominare Membro del Consiglio un Sacerdote nato ad Offida. Il Vescovo Mons. Silvano Montevecchi nominava il sottoscritto dopo la rinuncia del sacerdote Domenico Poli. Oggi sono, Eccellenza, a ringraziarla pubblicamente di tale incarico e onore e ringrazio Il consiglio di amministrazione sopramenzionato che fece ricadere sul Sottoscritto la Presidenza il giorno diciannove giugno dell’anno duemilasei. Oggi sono a ringraziare sentitamente Il Dott. Bruno Fioravanti ( Direttore Sanitario dell’Istituto), La Dott.ssa Lucia Ciabattoni quale Segretaria dell’ente, il Dott. Giuliano Bartolomei (Revisore dei Conti), il Collaboratore Geom. Leo Seghetti, i Medici di Medicina Generale Dott. Giuseppe Amadio, Dott.ssa Manola Massici, Dott. Franco Peroni e Dott.ssa Daniela Poli, il Personale infermieristico e assistenziale, il personale Educativo e Animativo, tutti gli operatori dei servizi generali, i Volontari che frequentano con amore periodicamente la struttura, La Cooperativa La Picena di Grottammare nella persona del referente Prof. Tonino Bruni, il nostro collaboratore Dott. Gianluigi Menzietti, la Sig.ra Anna Buscalferri, il Parroco e il vice Parroco della parrocchia Colleggiata di Offida per il servizio religioso offerto settimanalmente ai nostri ospiti.

Per la parte Strutturale ringrazio:
Arch. Vincenzo Petrocchi, Arch. Carlo Santanchè , Arch. Simone Diotallevi, Studio Ing. De Carolis e Abruzzetti, Dott. Pasquale Chicchirichi, P.I. Gianluca Di Filippo, Ing. Peppino Mariani, Ing. Sergio Di Sciascio, Impresa Edile Marconi Pio, Impresa Ciotti Impianti di Ciotti Bruno, Impresa idrosanitaria di Filippo di Filippo, Impresa Idrotherm D&G di Giovannini Vincenzo, e tutti i loro collaboratori e dipendenti.

Si ringrazia fra gli altri:
la SNELL HABITAT SPA nella figura del rappresentante Sig Francesco Mazzarella , la Sabbatini Arredamenti di Rinaldo SabbatinI, la TITANEDI Italia srl nella figura del rappresentante Sig. Massimiliano Gentili, la Vitali Ascensori di Vitali Pio, la VGE Ascensori srl, la Tecnofrigo Grandi impianti di Alfredo Bollettini e soci, la ditta KREA di Tanzi Laura, la Cataldi srl di Cataldi Enzo e la DINAMIK Grafica della Dott.ssa Fabiola Schiavoni.

Un ringraziamento particolare all’amministrazione comunale di Offida, nella persona del Sindaco, Dott. Valerio Lucciarini.

Per le attività di volontariato ringrazio:
il falegname artigiano offidano Sig. Luigino Spurio, il Sig. D’Angelo Antonio, l’archivista della Colleggiata per le ricerche storiche Sig. Mario Vannìcola, l’artista, anch’esso offidano, Sig. Franco Cardarelli per la realizzazione del quadro del fondatore, il Sig. Dino Damiani per il costante e paziente impegno profuso quotidianamente per le piccole manutenzioni, il Sig. Giuseppe Caffarini per la realizzazione e l’aggiornamento del ns. sito internet, il Presidente Geom. Giancarlo Premici, il Maestro Ciro Ciabattoni e tutti i componenti del corpo bandistico Città di Offida.

Ringrazio, infine, ma non certo per importanza, la FONDAZIONE CARISAP di Ascoli Piceno nella persona del Dott. Vincenzo Marini Marini oggi rappresentato dal Consigliere di Amministrazione Sig. Ottavio Medori, per il generoso contributo elargito che ha permesso all’istituto di dotarsi di un proprio mezzo per trasporto disabili.

RINGRAZIO DI NUOVO TUTTI AUGURANDOMI DI NON AVER DIMENTICATO ALCUNO.
Ora il vescovo Impartirà la Benedizione al mezzo attrezzato, alla cappella e al Quadro del Fondatore esposto nell’ingresso.
Grazie di nuovo Eccellenza.